SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A € 99,00
 Utilizziamo i cookies per assicurare di fornirvi la migliore esperienza sul nostro sito web. Continuando a navigare questo sito web, acconsentite al loro utilizzo. Per maggiori informazioni sui cookies, per favore clicchi  qui.

INDICE



Il ciclismo invernale può essere eccezionale. Normalmente le strade e i trail sono più silenziosi, si possono scoprire nuovi tragitti e nuove avventure, ed è bello andare in bici tanto quanto in qualsiasi altro periodo dell’anno.

Ovviamente, il fattore più importante da tenere in considerazione per il ciclismo urbano è l’abbigliamento. I capi antivento, termici e impermeabili possono tenerti asciutto e caldo nelle pedalate, così il freddo non sarà più una ragione per non salire in sella.

Ecco alcuni suggerimenti su come scegliere l’abbigliamento ciclistico invernale per i mesi più freddi:



1. Molteplici strati sottili funzionano meglio di uno strato singolo e spesso: combinali!

Ciascuno strato ha una funzione, quindi invece di essere frenato dalle intemperie, puoi adattarti facilmente all'ambiente aggiungendo o togliendo strati quando necessario. L’“intimo” (a contatto con la pelle) ti protegge dal freddo mentre l’“esterno” ti ripara dal vento e dalla pioggia. 


L’INTIMO È CIÒ CHE MANTIENE IL TUO CORPO ASCIUTTO

Rimanere asciutti in condizioni di tempo freddo è il primo passo per assicurare comfort durante tutta la giornata. Il primo strato, a diretto contatto con la pelle, regola la temperatura del corpo e ti mantiene asciutto. Qualsiasi fibra sintetica che possa espellere il sudore, come il poliestere o il nylon/spandex, funziona bene. Il cotone si impregna mantenendo l’umidità vicino alla pelle, quindi evitalo.

Lo strato più importante è indossato direttamente sulla pelle: più velocemente l’umidità è trasportata via dalla pelle, meglio funziona la regolazione della temperatura corporea.

Il nostro intimo preferito è in tessuto Gore Windstopper® sul davanti e sulle spalle per mantenerti asciutto e confortevole.


IL MIDLAYER / STRATO ISOLANTE TI OFFRE COMFORT E CALORE

Il midlayer, o strato isolante, offre il calore di cui hai bisogno per stare fuori col freddo. Lo strato isolante contribuisce a trattenere il calore che produci intrappolando l’aria vicino al corpo. Contribuisce inoltre a facilitare il trasporto dell’umidità assorbita dall’intimo verso lo strato più esterno.

Ci sono materiali isolanti naturali e sintetici che ti permettono di rimanere a una temperatura confortevole, simile a quella dei tessuti felpati. Questi tessuti sono intrecci molto serrati, normalmente formati da microfibre che intrappolano l’aria e che hanno anche proprietà assorbenti e isolanti, mantenendo un peso leggero.

Il midlayer è lo strato con il quale è possibile avere più scelta: lo si può aggiungere o rimuovere a seconda della necessità.

Trova il tuo midlayer e strato isolante perfetto per la quantità idonea di calore.


LO STRATO ESTERNO OFFRE ISOLAMENTO E PROTEZIONE DALLE INTEMPERIE

Lo strato esterno è lì per proteggerti dalle intemperie: generalmente otterrai un equilibrio di resistenza all’acqua e al vento, e traspirabilità.

Che cosa significa? Lo strato esterno deve avere qualità di traspirabilità che permettono all’umidità di fuoriuscire, offrendo protezione dall’acqua o dal vento.

Indossando più strati, è preferibile una vestibilità più ampia per la giacca: questa permette la circolazione ottimale di aria e di umidità per offrire comfort a tutto tondo. Assicurati di scegliere un taglio lungo abbastanza per coprirti la schiena quando sei in sella. Inoltre, scegli una giacca con una cerniera frontale e un lembo interno antivento che ti permetta di adattarti con facilità alla temperatura.

Per gli appassionati stradisti raccomandiamo la nostra giacca con parte anteriore, maniche e parte superiore della schiena antivento, è un must per rimanere nel comfort in qualsiasi tipo di tempo.

Per i mountain biker, queste sono le giacche ideali per le basse temperature dei giri invernali, grazie all’isolamento di Primaloft®:


COME SAPERE SE HAI SCELTO L’ABBIGLIAMENTO GIUSTO?

  • Se metti il piede fuori dalla porta e già senti freddo (non in faccia, ma sul torso), sei vestito troppo leggero e probabilmente non ti scalderai mai abbastanza: torna dentro e aggiungi uno strato.
  • Se hai caldo già mentre ti prepari, sarai in un bagno di sudore anche dopo una breve pedalata.
  • Se hai giusto un poco di freddo quando finalmente inizi a muoverti, allora hai l’abbigliamento giusto e sicuramente ti scalderai a breve.

Il principio della stratificazione è personalizzabile a seconda delle tue necessità di isolamento. Visto che non tutte le persone sono identiche in termini di taglia del corpo, temperatura e attività prescelta, perfezionare la tua tecnica di stratificazione potrebbe richiedere svariati tentativi. Tuttavia, è necessario trovare un equilibrio tra caldo e asciutto permettendo all’aria di circolare.


2. La cosa più importante da fare in inverno: proteggere le estremità

Non dimenticarti di proteggere le estremità nelle temperature più fredde per mezzo di accessori appropriati: guanti, berretto, passamontagna, copripunte, copriscarpe, ecc. Testa, mani e piedi sono propensi a raffreddarsi e disperdere gran parte del calore corporeo. È quasi impossibile riscaldarsi di nuovo sono grazie all’attività fisica.


PROTEGGI LA TESTA DALLE INTEMPERIE

La stagione ciclistica invernale è giunta, il che significa che è necessario sviluppare un sistema di abbigliamento che sia confortevole per viso, testa e orecchie. Un fascia indossata sotto al casco sarà sufficiente per la maggior parte delle giornate. In caso sia molto più freddo, potresti aver bisogno di ancora più protezione con un passamontagna, il quale proteggerà testa, orecchie, collo, mento e bocca, lasciando però il naso esposto. Anche se è più sottile di un berretto felpato, la resistenza al vento più la copertura addizionale lo rende un capo più caldo.

Con le temperature freddissime puoi sostituire il passamontagna con un berretto antivento leggero e una maschera in neoprene.

Assicurati che il berretto che indosserai sia sottile abbastanza da permetterti di indossare il casco.

Trova qui il tuo berretto, passamontagna o fascia:


MANTENGONO LE TUE MANI CALDE: scegli il giusto paio di guanti invernali per bici

Le dita diventeranno fredde più velocemente di altre parti del corpo, quindi avere un buon paio di guanti renderà le pedalate nel freddo molto più sopportabili.

Quando si sceglie un paio di guanti, la temperatura può ingannare. È importante controllare il fattore di windchill per capire quanto sarà effettivamente freddo durante la pedalata. Se vivi in un posto ventoso, cerca guanti invernali che abbiano un materiale antivento sul dorso, mentre se vivi in un’area che è molto piovosa, opta per guanti impermeabili, visto che i guanti più caldi al mondo non terranno mai le tue mani calde se sono inzuppati.

Se i guanti sono troppo stretti bloccheranno la circolazione, quindi assicurati che calzino alla perfezione. Per tenere le mani al caldo potrai anche indossare guanti chirurgici monouso al di sotto dei guanti: creano uno strato addizionale di vapore tra la pelle e il freddo.

Guarda i nostri guanti invernali da indossare col freddo:


PIEDI FREDDI: DEVO AVERE SCARPE DA BICI SPECIFICHE?

Mantenere le dita dei piedi calde è altrettanto difficile, e forse anche di più visto che, al contrario delle dita delle mani, non le si può muovere mentre si è in bici.

I copriscarpe sono facili da calzare e sono molto efficienti con la pioggia e con il freddo. Delle scarpe con isolamento termico sono anche una buona scelta in condizioni asciutte e fredde.

Hai due opzioni:

  • Mantenere le tue scarpe da bici e assicurarti di avere calze calde e copripunte o copriscarpe. Sono facili da mettere e sono molto efficienti con la pioggia e il freddo
  • Avere scarpe con isolamento termico. Queste sono una scelta grandiosa per le condizioni difficili

E ancora una volta, la calzata è importantissima: se sono troppo grandi attorno all’attacco o attorno alla caviglia, allora vi sarà un facile accesso per l’acqua.

Se preferisci indossare le scarpe, dai un’occhiata a tutte le nostre protezioni per scarpe per l’inverno. Se stai cercando scarpe specifiche, non dimenticarti di sceglierne un paio con una membrana in GORE-TEX®:


3. Come vedere ed essere visti

È quel periodo dell’anno dove la visibilità è scarsa: le giornate sono più corte e più cupe. Il rischio di infortuni aumenta durante i mesi di dicembre e gennaio. Assicurati di pedalare in sicurezza e massimizzare la tua visibilità, per vedere ed essere visto.


SCEGLI GLI OCCHIALI DA SOLE GIUSTI

Le giornate più fredde non significano che puoi lasciare a casa gli occhiali da sole. In realtà, se ne hai un paio con lenti sostituibili, allora possono divenire utili durante i mesi invernali.

Molti occhiali da sole sono venduti con lenti chiare o gialle, che contribuiscono ad aumentare i contrasti in caso di tempo cupo, e terranno anche la pioggia fuori dagli occhi quando pedali, che è particolarmente utile se indossi lenti a contatto.

Una lente chiara bloccherà il vento proteggendo gli occhi e migliorando la visione. Inoltre, gli occhiali contribuiscono a non far diventare la pelle attorno agli occhi dolorosamente fredda.

E c’è di più: nelle giornate più nitide il sole può sembrare splendente quasi come in estate ed è più basso all’orizzonte, quindi potrai usare anche d’inverno le tue lenti più scure.


VESTI VIVACE, PER ESSERE VISTO

Con le giornate più corte, essere visti è importantissimo. Assicurarsi di essere visibili agli altri utenti della strada dovrebbe avere la precedenza su qualsiasi altro equipaggiamento ciclistico. Il colore è un elemento ovvio da introdurre nell’abbigliamento ciclistico.

Aggiungi ancora più colore con accessori e luci, e rifrangenti con guanti, casco e scarpe. Se indossi uno zaino, scegline uno di un colore brillante con elementi rifrangenti.

Guarda tutto il nostro abbigliamento da bici multistagionale:



Ora sai tutto ciò che c’è da sapere per essere ben vestito con il giusto abbigliamento ciclistico invernale, e godere dei tuoi trail o delle tue strade preferite durante i mesi più freddi.

E ora pedala!